Biografia-romanzo impregnata di verità, di racconti, d'immagini epocali, mio padre benda e sbenda le sue belle mani grandi e fitti, fitti parliamo di boxe, parliamo di noi. ... E io che sono cresciuta in queste storie, ne conosco sin da bambina gli odori, le emozioni e anche la poesia. Il pugilato l'ho masticato nell'amore della severità paterna, mi trovo adesso a correre nelle palestre, a bordo ring, per catturare le immagini esaltanti di uomini in conflitto con se stessi. Ho visto trasformare il loro passato fatto di storie tremende, riscattarsi in ansiosi scambi di colpi. Improvvisamente le loro torture, hanno un significato nel ricordo. Sacrificio e sofferenza fino allo spasimo sono la gioia per pochi uomini... che superando le contese dove sono cresciuti, diventano adulti. Finalmente ripagati... con la pace nell'anima.

Gianna Garbelli ©2015 copyright
autore/regista/esperta bordo ring
 

Nel seguire le vicenda della vita di suo padre, Gianna Garbelli è riuscita a metterne in risalto la grande umanità, ancor prima che i successi sportivi. Successi, insidiati dalla criminalità della Mafia Italo-Americana, che si limiterà a sfruttare il Campione Giancarlo per i suoi affari economici, senza mai offrirgli l’opportunità di una corona mondiale. Titolo o non titolo il grande Garbelli ha combattuto tutti i migliori in anni fantastici per la boxe di tutto il mondo. Non mancano, parentesi divertite, addirittura ilari, di personaggi dei tempi che parrebbero schizzate da un Bianciardi, se non da un Gianni Brera. In un momento in cui, spesso a ragione, altro non si sentono che lamenti,spesso drammatici sino al suicidio, la storia di Giancarlo ricorda, a chi non la conobbe, un’altra Italia, di gente che usciva da un campo di battaglia, dal ring della vita, con i pugni stretti e a testa alta: una generazione che non volle arrendersi.

Gianni Clerici,
scrittore e Tennis Hall of Fame
 

home photo youtube 1 youtube 2 youtube 3 youtube 4 facebook twitter linkedin pressita