l’ultimo abbraccio di Milano a GIANMARCO MORATTI. **the last hug of Milano to GIANMARCO MORATTI

ADDIO a GIANMARCO MORATTI figlio di una delle dinastie simbolo della Milanesità. Imprenditore filantropo e marito della Sindaca LETIZIA MORATTI, donna che ho apprezzato per il suo impegno al rilancio della nostra Milano. MORATTI in Italia non è solo sinonimo di petrolio, ma simbolo dello Sport del calcio, della grande INTER che da qualche anno è passata in mani estere.  È risaputo che non ho un buon rapporto con il calcio, ma i milanesi …sono INTERISTI. La folla in chiesa e sul sagrato per il funerale di GIANMARCO MORATTI in San Carlo al Corso, era la più varia, dalla ricca borghesia, al ceto medio-basso. Tutti insieme a celebrare, pregare, ricordare la sua grandezza.

Discretamente, come è nell’eleganza meneghina, GIANMARCO MORATTI, si occupava di tanto e di realtà ispide come il recupero dei tossico dipendenti, è sua la fondazione della Comunità di San Patrignano.

Riposa in Pace, GIANMARCO MORATTI, incontrerai il mio Amico DANIELE REDAELLI, Interista di cuore. Ma anche tuo Papà ANGELO MORATTI che non perdeva un match del nostro GIANCARLO GARBELLI.

Funerale nella chiesa di San Carlo al Corso, Milano** Funeral at  the Church of San Carlo al Corso in Milano

outside che church of San Carlo in Milano

former Major of Milano LETIZIA MORATTI and her husband GIANMARCO MORATTI

Angelo Moratti at ring side

** GOODBYE to GIANMARCO MORATTI son of the one dynasties symbol of Milanesity. Entrepreneur and philanthropist, husband of the former Major of Milano, LETIZIA MORATTI, a woman I appreciated for his commitment to the re-launch of our Milano. MORATTI in Italy is not just about  oil, petrol, or just business but a symbol of the Sport of Soccer, of the great INTER that now, has been passed in foreign hands. It’s well known that I don’t have a good relationship with football, but the Milanese people  … cheers for INTER.

The crowd in the church and in the churchyard for the funeral of GIANMARCO MORATTI in the church of San Carlo al Corso, was the most varied, from the rich bourgeoisie, to the middle-low class. All along celebrating, praying, remembering his greatness.
Discreetly, as it is in the Milanese elegance attitude, GIANMARCO MORATTI, took care of so much and of  the hispid reality as the rehabilitation addicts with his foundation of the Community of San Patrignano.

Rest in Peace, GIANMARCO MORATTI, you will meet my friend DANIELE REDAELLI, by heart fan of the INTER, also your great Dad ANGELO MORATTI who did not miss a fight of our GIANCARLO GARBELLI.