IL COLPO DI GRAZIA DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI dipartimento cinema TI AUGURO DI MORIRE DI CORONA VIRUS **THE SHOT OF GRACE OF MINISTER DARIO FRANCESCHINI cinema department I WISH YOU TO DIE OF CORONA VIRUS.

🥊🥊🇮🇹
IL COLPO DI GRAZIA DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI dipartimento cinema TI AUGURO DI MORIRE DI CORONA VIRUS.

Una riflessione ad alta voce.

Cos’ è la cultura sportiva?

È l’identità, capacità di espressione di sé come persone e come comunità, immaginazione, memoria del passato e proiezione nel futuro, evoluzione, orgoglio e senso di sé e mille altre cose.

La cultura sportiva è l’insieme di conoscenze che formano la personalità e la capacità critica di un individuo, l’insieme di conoscenze proprio di un intero comparto. Il mio da anni è lo Sport, nello specifico la Boxe.

E se non trasmettendo da individuo a individuo come ho fatto e faccio io, le informazioni, le storie, le intensità di dei pagani del pugilato, dove sono nata, in quale altro modo questa nazione di mediocri fancazzisti al governo, intende?

Il 09 marzo scorso, il Ministero Beni e Attività Culturale, direzione cinema si espressa in tutta la sua perfida ignoranza. Che tempismo…due giorni prima che l’Italia tutta venisse dichiarata zona protetta per via del coronavirus.

I 400 milioni annui, messi a disposizione per la produzione e distribuzione cinema, audiovisivi e documentari, dalla stessa legge promossa dal ministro DARIO FRANCESCHINI, il quale ha deciso di continuare a donarli -è un regalo a tutti gli effetti, alle solite storie di immigrazione e mafia e/o co/produzioni amiche- ai suoi amici, e amici di tali amici.

Insomma alla sua propaganda politica.

Sviamento di potere confermato. Oltre che di testa!

Io Gianna il nemico lo affronto a viso aperto, ho un’ottima scuola.  Del resto, sono figlia della Boxe, con la mia famiglia abbiamo almeno  94 anni di boxe alle spalle. Di certo la più antica famiglia nello sport del pugilato in Italia. Dunque un’eredità storica.  Oltre ad essere osservatore membro dell’Actor’s Studio di NY.

È da 5 anni che questa porcata va avanti.

Nel 2016 mi han cassato il finanziamento del docu-film su mio Padre Giancarlo Garbelli, IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI il nostro più grande campione di boxe di sempre.

La RAI mi ha cassato la visibilità, dopo rinvii di oltre un anno.

Di che partito sei? Io, mai stata di sinistra.

E un autore senza visibilità non mangia.

Nel 2003 il MIBACT mi aveva dato il riconoscimento culturale e finanziario. In breve nel 2016 me l’han cassato!!! E con un libro, il mio, vincitore del Premio Selezione Bancarella Sport 2016.

Il danno che quella latitante e ignobile commissione, mi ha causato è stato: la messa in liquidazione della SRL e una mia proprietà è andata all’asta giudiziaria. Le banche non fanno sconti a nessuno. Ora sono una P.IVA. In balia da 5 anni di questo mostro chiamato MIBACT: ministero beni e attività culturali e del turismo.

Ora tutte le P.IVA in piena crisi coronavirus si lamentano, come è giusto della precarietà.

Pensate 5 anni di vita, vissuti come in coronavirus!!! Come si sopravvive?

IL COLPO DI GRAZIA DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI dipartimento cinema TI AUGURO DI MORIRE DI CORONA VIRUS.

Non sapendo che cazzo dire l’avvocatura dello stato, del ministro FRANCESCHINI, ha scritto che ho utilizzato troppo materiale di repertorio…

E con cosa si documenta un documentario se non con il protagonista VERO e il REPERTORIO VERO?

Pensa che questo repertorio è anche di RAI, IST LUCE, MEDIASET…più ovviamente il mio corposo girato con esclusive con mio Padre e di altri eccellenti figure della cultura sportiva internazionale.

Riscrivo, il tutto originale e inedito. Altrimenti che senso ha produrre un documentario che esiste già? La cultura si alimenta con novità.

Ovviamente con quella misera contrapposizione l’avvocato dello stato in forza del Ministero della Cultura, ha cercato di deviare, sul vero motivo della causa da me promossa: lo sviamento di potere. Ora siamo al TAR che si pronuncerà il prossimo 07 Aprile, emergenza corona virus permettendo.

Il mio legale amministrativo, in questo caso d’obbligo, vista la materia, ha sottolineato nell’ultima memoria ancora una volta l’evidente sviamento di potere, cioè la dinamica clientelare della distribuzione dei quattrini- Ora è sotto gli occhi del Presidente del TAR LAZIO se vuole vedere, non gli può sfuggire. Mi auguro non sia cieco…

In Italia non c’è nessuna cultura sportiva, se non della mafia del calcio. Perché mafia? Perché quando la TV pubblica fa vedere solo il calcio e il resto non c’è, di fatto ci sta dando solo sbobba! Il business è tutto lì.

E come quelli che identificano gli italiani che mangiano come unico cibo: la pizza. Io non mangio mai la pizza. Mai. La mia esperienza e conoscenza di vita è ben più vasta di una pizza…

Infatti mi sono eretta a paladina della cultura sportiva proprio perché il cratere dell’ignoranza in materia sportiva, è senza fondo.

Oltre ad esserci nata nella boxe, sono testimone ai migliori bordo ring del pianeta da almeno 25 anni.

L’unico giornalista italiano che ho visto ai bordo ring che contavano e contano, è RINO TOMMASI.

Altri italiani nessuno mai. Essendo questa una nazione di dilettantismo statale forse vanno dagli amatori, che è noto in nessuna professionalità sono filati. Se non dai regimi totalitari.

Noi siamo in uno schizofrenico regime gestito dalla sinistra, mai votata.

Da tempo il vecchio TOMMASI è molto malato. Dunque non si è mai più visto nessuno. Se non la sottoscritta che ha conquistato con credibilità il meglio nel mondo.

E mai nessun italiano, ha prodotto tale ricchezza di materiale originale ed esclusivo, quale io ho prodotto con la mia impresa. Non credo ce ne siano altrettanti nel mondo.

Materiale di mie riprese, in dieci idiomi diversi, tutto ulteriormente da lavorare ovviamente.

Per questo la richiesta di finanziamento al ministero cultura che sarebbe preposto…

Dunque nel 2019 ho presentato due progetti, due docufilm, ai due bandi predisposti dalla direzione cinema uno nel  luglio 2019 e l’altro nel  novembre 2019.

Veniamo al giudizio della commissione di lunedì scorso 09 marzo 2020, del bando del luglio 2019.

Mi han cassato una seconda volta, non vi dico di più, ma solo che i miei protagonisti sono i grandi nel mondo di sempre, e non solo campioni.

IL COLPO DI GRAZIA DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI dipartimento cinema TI AUGURO DI MORIRE DI CORONA VIRUS.

Ancora un insulto alla cultura sportiva, di cui queste cose inutili, ignorano l’esistenza.

Negli USA ai docufilm di cultura sportiva, danno gli Oscar in Italia, dove lo Stato è produttore, come nei regimi dittatoriali, si cassano i quattrini.

Naturalmente, da vero imprenditore ho investito nel bando, e nelle risorse della mia troupe, non è un progetto da realizzarsi, io l’ho già prodotto, lavorato giorno e notte, per oltre un anno ed è terminato da qualche giorno. È pronto per la distribuzione in tutto il mondo.

Dopo aver denunciato lo sviamento di potere al TAR, e denunciato pubblicamente i grotteschi impiegati statali che nessuno mai ha visto a un bordo ring, i coglionazzi, sempre gli stessi, con al comando il ministro FRANCESCHINI, si pronunciano per la seconda volta, questa volta in una commissione di ben 15 membri esperti…

Vorrei avere un confronto diretto con l’illuminato della cultura sportiva tra i membri “esperti”.

Perché nessuno di questi si è mai visto…MAI.

Devono essersi cagati sotto, quando hanno letto il ricorso del mio legale, dove tutto il sistema è sputtanato. I quattrini pubblici sperperati alla luce del sole, in progetti replicanti immigrati e mafia.

Parassiti statali. Una macchina perversa di nulla facenti, incapaci.

Che intanto anche con il coronavirus prendono lo stipendio.

Chi invece davvero Investe, produce cultura e rappresenta l’italianità nel mondo, viene cassato.

Perché non segue i loro parametri di regime, di sinistra politica.

Hanno il potere di eliminarti, di non darti il finanziamento di mandarti per stracci.

Questi pipistrelli propagatori di coronavirus di vuoto intellettuale vanno accerchiati, e lasciati a casa senza stipendio per 5 anni. Così che si svendano le loro case, e che tra loro untori si estinguano.

Che succeda loro quello che hanno imposto a me, con il loro macabro giudizio.

No, non ce la faranno ad estinguermi.

Questi uomini e donne perversi al servizio del ministro della cultura di turno, sempre lo stesso, nel 2016 c’era FRANCESCHINI e oggi c’è ancora lui, si pronunciano cassando, il mio, il nostro lavoro.

È certo mica sono loro gli investitori. Non li voti? Niente quattrini.

Non è mai cambiato di fatto il governo, nonostante le elezioni…

E così se non segui le loro direttive, del tipo film sulla mafia e immigrazione, questa è la propaganda della cultura di FRANCESCHINI  sia che venga distribuito al cinema o in TV.

Sistema governativo mafioso, criminale. Sinistro, ambiguo, inutile.

Pazzesco cassare l’economia di cittadini italiani che investono nella cultura. I produttori, imprenditori, gli indipendenti come sono io.

Dopo il coronavirus, va trovato il vaccino per ripulire questa Nazione, infettata da asini e infami.

Qua il risultato del bando a cui ho aderito lo scorso luglio 2019.  Ecco, qua il fazioso giudizio, chi prende i quattrini e quanti. Vedi mio a pag 20

http://www.cinema.beniculturali.it/uploads/SS/2018/selettiviproduzione_isessione-2019_dd_def.pdf

Dunque questi parassiti, invidiosi, italiani come me, acerrimi nemici dell’intellettualità popolare, che ha certo un seguito per gli alti e nobili valori etici e che porta a conoscenza i grandi atleti che hanno entusiasmato milioni di persone. E per i giovani, esempi etici da seguire.

Invece No! É da cassare!!! Anzi di più, essendo questa la seconda volta, è GIANNA GARBELLI, italiana e milanese che è da cassare!!!

IL COLPO DI GRAZIA DEL MINISTRO DARIO FRANCESCHINI dipartimento cinema TI AUGURO DI MORIRE DI CORONA VIRUS.

Ho sottoposto un altro docufilm al 3° bando scorso novembre 2019.

Ormai sono certissima che avrà lo steso esito.

No, non siamo liberi, non siamo una democrazia pluralista, questo ministero della cultura di piattole in metastasi che mantiene uno stormo di pipistrelli propagatori di coronavirus, non mi rappresenta. Non ci rappresenta.

Chissà se si sentono delle MERDE tutti quei politici che hanno azzerato la Sanità in Italia ? Cominciando da Monti, Polverini, Zingaretti?

E sicuramente NON SI SENTE MERDA, il ministro FRANCESCHINI, che invece ostenta il portafoglio pubblico della cultura di questa nazione, invece MERDA lo è.

Impotente asino dell’argomento che detiene la chiave della cassaforte dei soldi pubblici per le imprese cinematografiche.

Siamo tutti sotto scacco. O gli sei amico e quindi gli garantisci voti. O sei cassato perché ti rifiuti di votare lui e il suo partito.

Quindi il mio merito di arricchire la cultura con la cultura sportiva non è nel suo sguardo miope.

Ciò che la Cultura sportiva unisce il MIBACT del ministro DARIO FRANCESCHINI, divide.

Per mia discrezionalità, questo potere maligno della cultura in mano agli statali sinistri, deve morire.

Ancor meglio di coronavirus, così come il virus s’insidia senza guardare confini e colore, la Cultura Sportiva, deve essere propagata senza colore perché la CULTURA SPORTIVA non è di destra, né di sinistra, né del Nord e né del Sud Italia. È cultura come la sorgente da cui nasce: i figli dello sport del grande popolo del mondo.

Intanto il coronavirus ha imposto la chiusura totale di ogni attività in Italia, ma i porci ministeriali del Ministero beni e Attività Culturali e Turismo,  continuerà a prendere lo stipendio dalla poltrona al divano di casa.  Che schifo di italianità.

Il mio Naviglio Grande. Milano surreale. Nessuno in giro. ** My Naviglio Grande. An unreal Milano. None around. photo by Gianfranco Bellini 

Chiusa in casa ma non zitta. Ieri 11 marzo, sul mio Naviglio. Non l’ho mai visto così deserto. **Closed at home but not silent. Yesterday March 11th on my Naviglio, here in Milano. I never saw it so desert. Never.

 

Qua su AUDIBLE, gratis, durata 22 ore e 13’ minuti circa. Ascoltami qua, il link AudioLibro – IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI-  http://bit.ly/2Y4zyZr
🥊🥊
THE SHOT OF GRACE OF MINISTER DARIO FRANCESCHINI cinema department I WISH YOU TO DIE OF CORONA VIRUS.

A reflection aloud.

What is the sports culture?

It is identity, the ability to express oneself as a person and as a community, imagination, memory of the past and projection into the future, evolution, pride, and sense of self and a thousand other things.

The sports culture is the set of knowledge that forms the personality and critical capacity of an individual, the set of knowledge proper to an entire sector. Mine for years is Sport, specifically Boxing.

And if not transmitting from individual to individual as I did and I do, the information, the stories, the intensities of the pagan gods of boxing, where I was born, how else does this nation of mediocre lazy government mean?

On March 09th, the Ministry of Cultural Heritage and Activities, cinema direction, expressed itself in all its perfidious ignorance.

What timing … two days before all of Italy was declared a protected area, because of coronavirus.

The 400 million a year, made available for the production and distribution of cinema, audiovisuals, and documentaries, by the same law promoted by the minister DARIO FRANCESCHINI, who has decided to continue to donate them – is a gift in all aspect to the usual immigration stories and mafia and/or friendly productions – to his friends, and friends of those friends.

In short, to his political propaganda.

Confirmed power misuse. In addition to the head!

I Gianna, I face the enemy openly, I have an excellent school. After all, I am a daughter of Boxing, with my family we have at least 94 years of boxing behind us. Certainly the oldest family in the sport of boxing in Italy. So a historical legacy. In addition to being a member observer of the Actor’s Studio in NY.

It’s been 5 years that this crap has been going on.

In 2016, the financing of the docu-film about my Father Giancarlo Garbelli, IL FIGHTER D’ITALIA  GIANCARLO GARBELLI, our greatest boxing champion ever, ceased me.

RAI stole my visibility after postponements of over a year.

What party are you from? I, never been leftist.

And an author without visibility, I cannot survive.

In 2003 MIBACT had given me cultural and financial recognition. In short, in 2016 they stole it !!! And with a book, my own, winner of the 2016 Bancarella Sports Selection Award.

The damage that that fugitive and ignoble commission caused me was: the liquidation of the SRL – a regular company- and one of my properties went to the judicial auction. Banks don’t discount anyone. Now I am a VAT number. At the mercy of 5 years of this monster called MIBACT: ministry of culture and tourism assets and activities.

Now all VAT numbers in full coronavirus crisis complain, as is right of precariousness.

Think 5 years of life, lived as in coronavirus !!! How do you survive?

THE SHOT OF GRACE OF MINISTER DARIO FRANCESCHINI cinema department I WISH YOU TO DIE OF CORONA VIRUS.

Not knowing what the fuck the state advocacy, of Minister FRANCESCHINI, wrote that I used too much archive material … And what is documentary documented with if not with the protagonist TRUE and the TRUE FOOTAGE? Do you think this repertoire is also of RAI, IST LUCE, MEDIASET … more obviously my full-bodied shot with exclusives with my Father and other excellent figures of international sports culture. I rewrite, all original and unpublished.

Otherwise what sense does it make to produce a documentary that already exists? Culture feeds on novelties.

Obviously, with that miserable contrast, the state lawyer under the Ministry of Culture tried to deviate, on the real reason for the case promoted by me: the misuse of power. Now we are at the TAR – administrative court-which will pronounce on April 7th, virus crown emergency permitting.

My administrative lawyer, in this case of obligation, given the matter, underlined in the last memo once again the evident misuse of power, that is, the clientele dynamic of the distribution of money – It is now under the eyes of the President of the TAR LAZIO region. If he wants to see, he cannot escape. I hope you he is not blind …

In Italy, there is no sporting culture, if not the football mafia. Why mafia? Because when the public TV shows only football and the rest is not there, in fact, it is only giving to the audience the very same shit every day! It’s the soccer business!

And like those who identify the Italians who eat as the only food: pizza. I never eat pizza. Never. My experience and life knowledge are much wider than a pizza …

In fact, I stood up as a paladin of sports culture, precisely because the crater of ignorance in sports matters is bottomless.

In addition to being born in boxing, I have been witnessing the best rings on the planet for at least the last 25 years.

The only Italian journalist I have seen at the ringside that mattered and matters is RINO TOMMASI. No other Italians ever. Being this a nation of state amateurism perhaps go to amateurs, which is known in no professionalism are spun. If not from totalitarian regimes.

We are in a schizophrenic regime run by the left, never voted.

For some time the old TOMMASI has been very ill. So nobody has ever been seen. If not me, who has credibly achieved the best in the world.

And no Italian has ever produced such a wealth of original and exclusive material, as I have produced with my company. I don’t think there are as many in the world.

The material of my shots, in ten different languages, all to be worked on further obviously.

For this the request for funding from the culture ministry that would be in charge …

So in 2019, I presented two projects, two docufilms, to the two calls prepared by the cinema direction one in July 2019 and the other in November 2019.

They come to the judgment of the commission of last Monday 09 March 2020, of the announcement of the call of July 2019.

They crashed me for the second time, I won’t tell you more, but only that my protagonists are the greatest in the world of all time and not only champions.

Another insult to sports culture, of which these useless things, ignore the existence.

In the USA, to the docufilms of sports culture, take the Oscar award,  in Italy, where the State is a producer, as in dictatorial regimes, cash is lost.

Of course, as a true entrepreneur I invested in the tender, and in the resources of my troupe, it is not a project to be carried out, I have already produced it, worked day and night, for over a year and it ended a few days ago. It is ready for worldwide distribution.

After denouncing the misuse of power to the TAR, and publicly denouncing the grotesque state employees that no one has ever seen at a ring edge, the scumbags always the same, under the command of Minister FRANCESCHINI, pronounce themselves for the second time, this time in a commission of 15 experienced members …

I would like to have a direct comparison with the enlightened one of the sports culture among the “expert” members.

Because none of these have ever been seen … NEVER.

They must have gotten shit underneath when they read my attorney’s appeal, where the whole system is disgraced. Public money squandered in the sunlight, in projects replicating immigrants and the mafia.

State parasites. A perverse machine of nothing doing, unable.

Meanwhile, even with the coronavirus, they all take the salary.

Those who really invest, produce culture and represent Italy in the world, are quashed.

Because it does not follow their regime parameters, left-wing politics.

They have the power to eliminate you, not to give you the funding to send you for rags.

These intellectual vacuum coronavirus propagating bats must be surrounded and left at home without paying them for 5 years. So that their houses are sold out, and that among them the painters become extinct.

What happens to them what they have imposed on me, with their macabre judgment.

No, they won’t be able to extinguish me.

These perverted men and women at the service of the minister of culture on duty, always the same, in 2016 there was FRANCESCHINI and today he is still there, they pronounce themselves by crashing mine, our work.

They are not true investors. Don’t you vote for them? Don’t hit the bucks.

The government never changed, despite the elections …

And so if you don’t follow their directives, such as films on the mafia and immigration, this is the propaganda of FRANCESCHINI’s culture whether it is distributed in the cinema or on TV.

Mafia, criminal government system. Sinister, ambiguous, useless.

Crazy to quash the economy of Italian citizens who invest in culture. The producers, entrepreneurs, the independent as I am.

After the coronavirus, the vaccine must be found to clean up this nation, infected with donkeys and infamous.

Here is the result of the announcement to which I accepted last July 2019. Here, the partisan judgment, who takes the money and how many. See mine on page 20

http://www.cinema.beniculturali.it/uploads/SS/2018/selettiviproduzione_isessione-2019_dd_def.pdf

So these parasites, envious, Italians like me, bitter enemies of popular intellectuality, which certainly has a following for the high and noble ethical values, that brings to the attention the great athletes who have thrilled millions of people. And for young people, ethical examples to follow.

Instead of No! It is to be quashed !!! Indeed more, since this is the second time, it is GIANNA GARBELLI, Italian and Milanese who is to be quashed !!!

I submitted another documentary film to the 3rd call last November 2019.

By now I am very sure that it will have the same outcome.

No, we are not free, we are not a pluralist democracy, this ministry of metastasis culture of shards that maintains a flock of coronavirus-propagating bats does not represent me. It does not represent us.

Who knows if all those politicians who have zeroed health in Italy feel shit? Starting with Monti, Polverini, Zingaretti?

And surely it doesn’t FEEL SHIT, Minister FRANCESCHINI, who instead flaunts the public portfolio of the culture of this nation. He is the real SHIT.

Powerless donkey of the argument that holds the key to the public money safe for film companies.

We are all in check. Or you are his friend and therefore you guarantee him votes. Or you are quashed because you refuse to vote for him and his party.

So my merit of enriching the culture with sports culture is not in his shortsighted gaze.

What Sports Culture unites the Minister’s MIBACT DARIO FRANCESCHINI, divides.

At my discretion, this evil power of culture in the hands of the sinister state must die.

Even better than coronaviruses, just as the virus undermines itself without looking at borders and color, Sports Culture must be propagated without color because SPORTS CULTURE is not of the right, nor of the left, nor of the North or of the South of Italy.

It is culture as the source from which it is born: the sons and daughters of the sport of the great people of the world.

Meanwhile, the coronavirus has imposed the total closure of all activities in Italy, but the ministerial pigs of the Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism will continue to take their salary from the armchair of the office to the sofa at home. What a dump of Italianness.

 

Closed at home but not silent. Yesterday Match 11th on my Naviglio, I never saw so desert. Never.

Here in ITALIAN LANGUAGE on AUDIBLE, it’s one free month download. Length of time about 22 hours and 13 minutes. Hear me… the AudioBook IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI-   
 http://bit.ly/2Y4zyZr