GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30 ** GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO ‘s PANTHEON Nov 2nd time 11:30 AM

🥊🥊🇮🇹

GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30. GRAZIE al nostro Sindaco Giuseppe Sala, Assessori, Consiglieri del Comune di Milano, Presidente e componenti della Commissione del Famedio: Lamberto Bertolè, Beatrice Uguccioni, Elena Buscemi, Luigi Pagliuca, Filippo Del Corno, Marco Minoja, Andrea Zuccotti, Roberta Cocco, Laura Molteni.

Amici cari e conoscenti vi aspetto Il 2 novembre 2019 ore 11:30 al bellissimo Cimitero Monumentale, straordinario museo all’aperto, c’è l’iscrizione al FAMEDIO di MILANO del nostro grande Campione di Boxe GIANCARLO GARBELLI, tra gli Illustri che hanno reso grande la nostra Milano.

Patrimonio dell’Umanità, non solo dello Sport.

Il 16 marzo 2013, si è spento mio padre Giancarlo “ Il Fighter d’Italia” Garbelli, circondato da tutti noi suoi cinque figli, Carlo, io Gianna, Alberto, Caterina e Gabriele, i nipotini e la seconda moglie, i tanti carissimi amici e conoscenti. Un tumore al fegato, per via dell’epatite C, lo ha consumato in tre settimane.

Nato a Milano 4 ottobre 1931.

GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30

E io Gianna che il pugilato l’ho masticato sin da bambina, non mi è difficile confermare che è stato il più coraggioso, il più temuto, il più brillante, il più generoso, intelligente, impavido potente campione di pugilato che l’Italia abbia mai avuto.

Hai entusiasmato l’Italia dei migliori anni della boxe, nel dopoguerra dal 1952-1963. Striminzito nei Pesi Leggeri, naturale Peso Welter e poi formidabile, Peso Medio. Il tuo record di 99 match, 74 vinti, 26 per KO, 11 pari. MAI hai subito un KO! Un record impossibile ai giorni nostri.

Il record, per quanto può essere importante nel pugilato dove conta davvero tanto la storia, significa solo una cosa incredibile, in undici anni hai combattuto nei migliori ring almeno una volta al mese, 10, 12, 15 round! Tu li hai sfidati tutti, da valoroso. Tutti dall’inizio alla fine.

Giancarlo Garbelli voleva solo i migliori, questo era il suo mantra!

Nessuno voleva rischiare il titolo con te. Ma chi possedeva il titolo tu li hai battuti e vinti. Le borse del resto erano consistenti per non far caso al titolo in palio o meno. Di per sé il malloppo del contratto, qualifica l’importanza, la caratura del match e quindi dell’avversario.

Tra i tanti incontri, quel match “alla morte” vs Laszlo Papp, contro il molosso ungherese che hai piegato più volte; quell’icona di unì epoca cupa, quella della Cortina di Ferro che si è frantumata come qualsiasi regime non doveva e non deve esistere, quella sfida per la libertà che uno sport così di sofferenza come la Boxe ti ha dato la Gloria, più di un titolo mondiale.

Il WBC- Consiglio Mondiale di Pugilato- ti ha riconosciuto nel 2012, la cintura di Titolo Mondiale ad “honorem” quale più grande campione italiano di sempre, trai grandi nel mondo. Del resto quando hai terminato la carriera nel 1963 il Consiglio Mondiale era appena nato.

Ma la storia della boxe ha secoli di storia, ne abbiamo testimonianza dall’Eneide di Virgilio e da quel meraviglioso Pugile a Riposo, scultura dell’antica Grecia in bronzo conservata al Museo Romano e che tanto ti somiglia…

GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30

Tra le tue intense riflessioni: “Gli uomini buoni, sono i più feroci. Quelli che fanno i duri non valgono niente”.

Del tuo coraggio dicevi: Il Coraggio non nasce dalla Paura, ma dalla Fede! Crederci.

Sei stato anche profetico: “Una nazione che non riconosce il Sacrificio del Pugilato… è una nazione in decadenza!”. Forse chi governa ti ha ascoltato.

E finalmente la tua Milano ti ha riconosciuto, tra gli illustri che hanno contribuito alla crescita di questa fantastica, operosa, adrenalinica, entusiasmante, bellissima nostra città, “el grand  Milan”.

Numero uno in Italia, Milano capitale tra le capitali nel mondo, come del resto sei stato tu, il nostro più grande campione italiano di sempre tra i grandissimi nel mondo.

Da Milano, da qui sei partito e profuso il tuo talento, arrampicandoti da giovane dilettante sino a superbo professionista e poi via per i ring del mondo, ovunque hai imbastito trame ardite, coraggiose e puntualmente vincenti, contribuendo a far diventare Milano capitale della Grande Boxe.

A testa alta, finalmente oggi sei celebrato nel Pantheon della tua città che ti ha visto nascere, crescere, diventare grande e che raccoglie i migliori e li consacra tra gli Illustri di ogni arte e mestiere.

GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30

Lo Sport della boxe chiamata anche Nobile Arte perché ci sono i valori senza i quali nessun atleta può dirsi tale se non li fa suoi. Detta anche Arte della Disciplina, senza la quale il talento da solo non riesce ad esprimersi a così alti valori competitivi.

Già il tuo pensiero profondo e filosofico esprime deduzioni alte: “Il Pugilato è violento ma la violenza non è Pugilato”. Fa riflettere anche i più scettici pregiudizi.

La tua eredità: Il Pugilato è metafora di vita, niente è grande senza la passione. Comprende, talento, volontà, coraggio, forza, potenza, intelligenza, si può si deve osare, autostima, dai tutto te stesso, determinazione, amica solitudine, fair-play, spiritualità, aspettati il meglio…e il peggio, disciplina, concentrazione, generosità, adattabilità, non mollare mai, lavoro, traguardo, rispetto, umiltà, accetta le sfide …o sei una sega!

GIANCARLO GARBELLI nel FAMEDIO del MONUMENTALE di Milano 2 novembre ore 11:30

Ci saranno le Olimpiadi invernali, Milano-Cortina 2026, e anche Milano gestirà il grande evento, non poteva mancare questo importante riconoscimento a te Giancarlo Garbelli uomo di Sport tra i valorosi della grande Milano.

Grazie Papà per aver scolpito il tuo nome nella storia del Pugilato Mondiale.

Già riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dello Sport, ora sei anche Illustre della tua Milano.

Che orgoglio per lo Sport! É grande il contributo alla cultura sportiva.

E così anche per tutti noi tuoi cari, e che orgoglio per Milano, per la nostra città, “Milan e poeu pù”.

Per l’Italia da te tanto amata, perché tu così immenso sportivo, estremo combattente professionista, hai portato sulle spalle e nel cuore, l’onere e l’onore della bandiera in tutto il mondo e dicevi: “Italia io muoio se serve, per te”.

Grazie Milano, WiWa Milano. WiWa Giancarlo Garbelli

 

 

 

“Pugile a riposo” bronzo originale di Lisippo e del fratello Lisistrato, 340 a. C. circa. Roma, Museo Nazionale Romano, Palazzo Massimo alle Terme.**”Resting Boxer” original bronze by Lysippus and his brother Lysistratus, 340 a. C. approx. Rome, National Roman Museum, Palazzo Massimo alle Terme.

Leone ruggente nei suoi 81 anni. Leggenda è per sempre. Giancarlo “IL Fighter d’Italia” Garbelli – il pugilato è violento ma la violenza non è pugilato- **Roaring lion in his 81 years. Legend is forever. Giancarlo “Il  Fighter d’ Italia” Garbelli – boxing is violent but violence is not boxing-

Giancarlo Garbelli vs Laszlo Papp. Fantastica foto. L’uomo, il momento, la storia. **Giancarlo Garbelli vs Laszlo Papp. Fantastic photo. Man, time, history.

una fase del match Giancarlo Garbelli vs Tombstone Smith, scambi roventi, grinta, determinazione, potenza  **a fight moment Giancarlo Garbelli vs Tombstone Smith, hard exchange, harsh, determination, power.  

16 Maggio 2015 al Salone Int’l del Libro di Torino, presentazione del mio libro GIANCARLO “Il Fighter d’Italia” GARBELLI con i miei fratelli Gabriele e Caterina e nipoti, qui con prof Mario Sturla famoso medico ai bordo ring  ** May 16th 2015 a Int’l Book Fair in Turin, at the premiere of my book  GIANCARLO “Il Fighter d’Italia” GARBELLI, here with my brothers Caterina e Gabriele and nephews with doctor Mario Sturla famous at the ring side.

Dopo la Boxe anche pittore e mercante d’arte. ** After boxing also painter and art merchant

Garbelli dopo il match vs Don Jordan “il pellerossa”. **Garbelli after the fight vs Don Jordan, “the red head”.

mio papà Giancarlo e mia mamma Mariuccia Garbelli **my Dad  Giancarlo and my mom Mariuccia Garbelli.

Il colpo migliore di Garbelli, il colpo al fegato, qui vs jean-Claude Poisson **Garbelli  best shot , the hook to the liver, here vs jean-Claude Poisson 

…e in ultimo, avere le mani alzate non dall’arbitro ma dal tuo avversario… Quanti sono così grandi che l’avversario gli alza le mani? **and finally, having your hands raised not by the referee but by your opponent … How many are so great that the opponent raises his hands?

ai giardini di Porta Venezia a Milano con papà Giancarlo, io Gianna e mio fratello Carlo. **at the park of Porta Venezia in Milano with my father Giancarlo, meGianna and my brother Carlo

Garbelli e Walter Chiari in una scena del film “Romance” di Massimo Mazzucco **Garbelli and actor  Walter Chiari in the movie scene “Romance” by Massimo Mazzucco

Garbelli ama la natura è innamorato degli animali ** Garbelli loves nature, he is in love with animals

Io Gianna e Papà Giancarlo, una grande complicità, gennaio 2013, ultimi mesi di vita **Me Gianna and Dad  Giancarlo, a great complicity, January 2013, last months in this life.

Ascoltami qua, il link AudioLibro – IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI-  http://bit.ly/2Y4zyZr

audible logo

🥊🥊GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO ‘s PANTHEON Nov 2nd time 11:30 AM

GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO’s PANTHEONTHANKS to our Mayor Giuseppe Sala, Councilors, Councilors of the Municipality of Milano, President and members of the Pantheon Commission: Lamberto Bertolè, Beatrice Uguccioni, Elena Buscemi, Luigi Pagliuca, Filippo Del Corno, Marco Minoja, Andrea Zuccotti, Roberta Cocco, Laura Molteni.

Dear friends and acquaintances, I wait for you on November 2nd, 2019 at 11.30 AM at the beautiful Monumental Cemetery, an extraordinary open-air museum, there is the inductee into the  PANTHEON of MILANO of our great Boxing Champion GIANCARLO GARBELLI, among the Illustrious that made Milano so great.

Heritage of Humanity, not only of Sport.

On 16 March 2013, my Father Giancarlo “Il Fighter d’ Italia” Garbelli died, surrounded by all of us his five sons and daughters, Carlo, I Gianna, Alberto, Caterina and Gabriele, the grandchildren and the second wife, the many dear friends, and acquaintances. A liver tumor, due to hepatitis C, consumed him in three weeks.

Born in Milan 4 October 1931.

GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO ‘s PANTHEON Nov 2nd time 11:30 AM

And I Gianna that boxing I chewed since I was a child, it’s not difficult to confirm that he was the courageous the most feared, brilliant, the most generous, intelligent, fearless powerful boxing champion that Italy has ever had.

You have thrilled Italy in the best years of boxing, in the post-war period from 1952-1963. Skinny in Light Weights, natural Welter Weight and then formidable, Middle Weight. Your record of 99 fights, 74 won, 26 by KO, 11 draws. NEVER suffered a KO! An impossible record today.

The record, as important as it may be in boxing where history really matters a lot, means just one incredible thing, in eleven years you fought in the best rings at least once a month, 10, 12, 15 rounds! You challenged them all, like a courageous one. All from beginning to end.

Giancarlo Garbelli wanted only the best, this was his mantra!

No one wanted to risk the title with you. But those who possessed the title you beat and defeated them. The purse was actually substantial to disregard the title up for grabs or not. In itself, the loot of the contract, qualifies the importance, the caliber of the fight and therefore of the opponent.

Among the many matches, that fight “to death” vs Laszlo Papp, against the Hungarian molosser that you folded several times; that icon of a dark age, of the Iron Curtin  that shattered like any regime shouldn’t and shouldn’t exist, that challenge for freedom that a sport so painful as Boxing gave you the Glory, more than a world title.

The WBC – World Boxing Council – recognized you in 2012, the world title belt at “honorem” as the Greatest Italian Champion ever, one of the greatest in the world. After all, when you ended up your career in 1963, the World Council was just born.

But the history of boxing has centuries of history, we have witnessed it from Virgil’s Aeneid and from that marvelous Boxer to Rest, a sculpture of ancient Greece in bronze preserved in the Roman Museum and that much resembles you …

GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO ‘s PANTHEON Nov 2nd time 11:30 AM

Among your intense reflections: “Good men are the most ferocious. Those who fake the hard ones, are worth nothing “.

Of your courage you said: Courage isn’t born of fear, but of Faith! Believe in yourself.

You were also prophetic: “A nation that doesn’t recognize the Sacrifice of Boxing … is a nation in decline!”. Perhaps those who governed listened to you.

And finally, your Milano has recognized you, among the Illustrious who have contributed to the growth of this fantastic, industrious, adrenaline, exciting, beautiful city of ours, “el grand Milan”.

Number one in Italy, Milano capital of the capitals in the world, as you were, our greatest Italian champion ever among the greatest in the world.

From Milano, from where you started and lavished your talent, climbing from a young amateur to a superb professional and then off to the ring of the world, wherever you have tacked bold, courageous and punctually winning plots, helping to make Milano the capital of the Great Boxing.

Walking tall, finally today you are celebrated in the Pantheon of your city that has seen you born, grow, become great and that gathers the best and consecrates you among the Illustrious of every art and craft.

Boxing Sport also called Noble Art because there are values ​​without which no athlete can be called such if you don’t make them your own. Also called the Art of Discipline,  the Sweet Science, the talent alone cannot express itself at such high competitive values.

Already your deep and philosophical thought expresses high deductions: “The Boxing is violent but violence isn’t Boxing”. It also makes the most skeptical prejudices reflect.

Your legacy: Boxing is a metaphor for life, nothing is great without passion. It includes talent, will, courage, strength, power, intelligence, one can dare, self-esteem, give all of yourself, determination, friendly solitude, fair play, spirituality, expect the best … and the worst, discipline, concentration, generosity, adaptability, never give up, work, goal, respect, humility, accept the challenges … or you are a coward!

GIANCARLO GARBELLI inductee into MILANO ‘s PANTHEON Nov 2nd time 11:30 AM

There will be the Winter Olympics, Milano-Cortina 2026, and Milano too will manage the great event, this important recognition could not be missing from you Giancarlo Garbelli, a man of Sport among the brave of the great Milano.
Thank you, Dad, for sculpting your name in the history of World Boxing.
Already recognized as World Heritage of Sport, you are now also Illustrious in your Milano.
What a pride for the Sport! And the contribution to sports culture is great.
And so also for all of us dear ones, and what pride for Milano, for our city, “Milano and that’s it..!”.

For Italy, you loved so much because you so immense sportsman, extreme professional fighter, you have carried on your shoulders and in your heart, the burden and the honor of the flag all over the world and you said: “Italy I die if needed, for you”.

Thank You, Milano, WiWa Milano. WiWa Giancarlo Garbelli

hear me… the AudioBook link of mine- IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI-   
 http://bit.ly/2Y4zyZr