IL MIO 8 MARZO 2021 FRAZIER vs ALI ** MY March 8th 2021 FRAZIER vs ALI

🥊🥊🇮🇹

IL MIO 8 MARZO 2021 FRAZIER vs ALI

Vi ho già scritto e detto del vuoto culturale sportivo. In Italia tutto si risolve con le palle del calcio…tutto lì. Ormai è metafora politica.

Oggi nel mondo si celebra il “match del secolo” infatti l’8 Marzo 1971, sul ring del Madison Square Garden di New York, si disputò il match: JOE “smokin” FRAZIER vs MUHAMMAD “the greatest” ALI.

L’immenso JOE FRAZIER sferrò un primo e poi un secondo – divenuto colpo da maestro- gancio sinistro che mise al tappeto tutte le chiacchiere di MUHAMMAD ALI. L’impresa fu epica, tutto il mondo si preparò per quella clamorosa notte di boxe!

Ho avuto il previlegio di avere toccato e di toccare con mano i campioni di cui realizzo i mei docu-film; l’inverno del 2010 ero ad Atlantic City, per il match di sexy-SERGIO MARTINEZ vs PAUL WILLIAMS; sapevo che WILLIAMS non aveva nessuna chance contro l’ardore argentino! L’americano finì al tappeto con uno spettacolare KO! Appunto il KO dell’anno!

E dunque, ho ancora un paio di giorni prima di rientrare a Milano e decido, chiamo l’agente di JOE FRAZIER, Leslie, e gli propongo di vederci sulle vere scale, quelle dell’Art Museum di Philadelphia. Mi dice che JOE mi aspetta, è felice di rivedermi.

Prendo il primo treno, e scorro con lo sguardo dal finestrino, Atlantic-City-Philadelphia e la scritta gigante dipinta sul muro di mattoni rossi, FRAZIER GYM, non ci sto più nella pelle…

Mi emoziono quando vedo Joe “smokin” Frazier e Leslie, sono venuti a prendermi alla stazione di Philadelphia, andiamo a casa di JOE per un caffè caldo e poi all’Art Museum,

“Sai non ero un tipo maleducato, ero un ragazzo simpatico, ma se mi provocava,

poi se ne andava via…ahahah e se lui continuava era nei guai. Ok?!

IO: Eh certo mica avevi paura di lui….

FRAZIER:

Mi ripeteva la stessa identica cosa.

E mi saltava addosso ogni volta che lo vedevo.

Mi diceva che facevo schifo.

SGRANO GLI OCCHI.

Siii…che tutti sapevano…che non ero capace di combattere.

Una cosa peggio dell’altra.

No, non era necessario parlarmi in quel modo.

IO: Infatti i gesti teatrali di Ali avevano un significato sinistro.

ALI gli urla:

É molle, basso, e puzza…. è lento!

FRAZIER rilassato:

-É tutto a posto lì?

È evidente Ali crede che Frazier sia inferiore, non solo come pugile, ma come essere umano.

FRAZIER mi racconto tanto:

Ero stato proprio io, quel ragazzo che lo ha aiutato

a riavere la licenza di combattere. (sospesa per la diserzione di Ali alla guerra in Vietnam)

Lui se l’è solo dimenticato…

Ha dimenticato che ho avuto il sostegno di ragazzi come Marciano, come…

lo interrompo: Archie Moorer, Joe Louis…

FRAZIER

Joe Louis era già un Campione del passato.

IO: Infatti lui fu davvero la bandiera degli afroamericani, nella Seconda Guerra Mondiale e fece quell’epico match…

FRAZIER

ma tutti gli altri, hanno firmato la mia richiesta al Presidente.

Sono andato a Washington a chiedere a Mr. Nixon di restituirgli la licenza, a lui, per lui Muhammad Ali.

IO: E il Presidente…?

FRAZIER:

il Presidente mi ha chiesto: “Aspetta Joe, aspetta un momento…Ma tu pensi d’incontrarlo?”

FRAZIER

Ho risposto: “Ce l’ho in tasca!”

E così ho avuto la licenza per lui.

FRAZIER

A modo mio sono riuscito a fargli avere di nuovo, la licenza per combattere sul ring.

Questo è solo un piccolo estratto dal docu-film GARBELLI ON BOXING – EMOZIONI DI VIAGGIO NELLA BOXE SENZA TEMPO- ©copyrightgiannamariagarbelli

IL MIO 8 MARZO vs Il Ministero Beni e Attività Culturali

In tempi normali sarebbe stato uno straordinario hurrah, un traguardo gigantesco essere nella Competizione Ufficiale al Festival di Cannes 2020, al festival francese va riconosciuto il glamour per eccellenza del grande cinema.

In una nazione per bene, avrei dovuto senza dubbio essere in Competizione alla Mostra del Cinema di Venezia, 2020. Già il giorno dopo che Cannes è stato cancellato, er a il 10 Maggio 2020, provo qui a casa mia, Italia, dunque la Mostra del Cinema di Venezia. Del resto ci avevo anni addietro, più che ben debuttato. Ma la Mostra-Mostro, è ormai al servizio hollywoodiano…anche di cause, con trame completamente inventate, ma con nomi veri!

Cattiveria, ritorsione politica, demenza, assenza di cultura sportiva. Mah…

E così oggi 08 Marzo 2021, avremmo davvero festeggiato, i 50 anni di quel match, con tanta storia, e così avuto una diffusione davvero mondiale, di un evento che ha segnato la storia di cultura tutta sportiva, della cultura. Punto. Certo una prima serata di 2 o 3 puntate per il pubblico da casa. Invece che insulsi sceneggiati…

Vedete gli uomini della Grande Boxe, certo intendo anche le donne, …sanno inventarsi soluzioni che il ministero beni e attività culturali e del turismo, italiano, sono incapaci di immaginare. Senza parlare della presidenza e direzione della Mostra di Venezia.

Completamenti azzerati dall’abisso ignorante di cui accettano la beota ignoranza. Loro sono lì per eseguire ordini di un disegno che depista, deforma qualsiasi realtà davvero accaduta.

Non si capisce come io possa continuare essere ostaggio di questa ignoranza!

È dal 2002 che questa vergogna va avanti!

Nonostante lo scorso 29 settembre 2020, il TAR Lazio ha sentenziato a mio favore.

Tutto fermo ai loro porci comodi! Disgustoso. Una risposta di rimpallo ogni 5 mesi!

Volete continuare con la Legge?

Oltre al maldestro tentativo di tacermi quale autore, mi avete imposto la miseria quale produttore, imprenditore.

Volete continuare la nostra guerra in Tribunale? Ministero della Cultura vs Ministero di Giustizia?

E per colpa del vostro abissale vuoto culturale che ignora l’argomento? E di altre disdicevoli pratiche come già riportato nel ricorso vinto.

IL MIO 8 MARZO vs Il Ministero Beni e Attività Culturali

Infatti a lo scorso metà agosto circa, dopo bel oltre la selezione chiusa, invitano il film “Una notte a Miami” una cazzata che naturalmente tutto il mondo della grande boxe, e intendo compreso quello americano, sa bene che è una farsa inventata. E invece si spaccia come un fatto vero….si deve forzare la mano per aiutare i Black Lives Matter…anche se questi ultimi con Muhammad Ali non c’entrano.

E così io, con tanto di docu-film con i veri protagonisti che quelle vicende le hanno vissute, io nella mia Nazione, non ho visibilità, non posso far vedere il mio lavoro di anni, E non posso incassare i miei quattrini!

18 anni di ostruzionismo, e ora sono in attesa della esecuzione della sentenza a mia favore, siamo ad oltre 5 mesi.

Vergognoso!

La pandemia non mi riguarda, questa faccenda con il MIBACT è anni che mi vede in loro balia.
Non vi permetterò di portarmi via altri anni di vita.

Avete avuto anni per informarvi di chi sono, cosa faccio, da dove vengo. E cosa e come ho prodotto e pubblicato.

Avete ben altri quattro miei docufilm con la stessa tematica, di cui ignorate tutto.
Due del 2019 li avete cassati

Ma ci sono le due ordinanze del TAR di cui attendiamo a breve la sentenza.

Dottor Nicola Borrelli è dal 2016 che presiede le commissioni con i miei progetti realizzati e o in via di definizione.
E ora il TAR mi ha dato ragione.

Il Ministro Dario Franceschini è dal 2014 che ricopre la stessa carica…

Non ho mai avuto temuto la sentenza del TAR, i giudici sono più astuti e preparati di quel che forse avete sottovalutato.

È tutto alla luce del sole. Lo sanno tutti.
Il mio sito lo avete letto in lungo e in largo, e non dal giorno dell’audizione, ho centinaia di migliaia di lettori.

Non ho cancellato nulla e riconfermo ogni parola che ho scritto.

Quanto tempo ancora per verificarla e liquidare in toto IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI?
Dalla sentenza dello scorso 29 settembre 2020.

Avrei detto al massimo tre giorni. E un’altra settimana per sburocratizzare il finanziamento concreto.
Vi ho chiesto di fare presto. Non per dire.
– Avete lo script del 2002
– Avete lo script del 2015
– Avete il libro con tanto di inviti dal 2015
– Avete tutto il materiale trasmissioni e stampa on line sino al Bancarella Sport
– Avete l’Audio Libro
– E ora anche il docu-film in prima visione all’ EFM di Berlino 01 -05 marzo 2021.

Già come una Major americana la Direzione Cinema del Ministero Cultura si è iscritta ai mercati internazionali vedi European Film Market di Berlino 01-05 marzo 2021. … E con quale sapienza? E per relazionarsi con chi?

Io non ho proprio nulla da festeggiare in questo ennesimo 8 Marzo!

with JOE”smokin’ “FRAZIER at the Art Museum in Philadelphia

ascoltami… qua in italiano il link del mio AudioLibro IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI http://bit.ly/2Y4zyZr

🥊🥊

MY MARCH 8th 2021 FRAZIER vs ALI

I have already written and told you about the sporting cultural void. In Italy everything is resolved with the football balls … that’s all. It’s a political metaphor.

Today in the world the celebration of “the fight of the century”, in fact on March 8th, 1971, in the ring of Madison Square Garden in New York, it was held: JOE “smokin” FRAZIER vs MUHAMMAD “the greatest” ALI.

The immense JOE FRAZIER launched a first and then a second – which became a master stroke – left hook that knocked out all the chatter of MUHAMMAD ALI. The feat was epic, the whole world prepared for that sensational night of boxing!

I had the privilege of having touched and of touching the Champions of which I make my docu-films; the winter of 2010 I was in Atlantic City, for the sexy-SERGIO MARTINEZ vs PAUL WILLIAMS fight; I knew WILLIAMS had no chance against Argentine ardor! The American went down with a spectacular KO! Exactly the KO of the year!

And I still have a couple of days before returning to Milan and I decide, I call JOE FRAZIER’s agent, Leslie, and propose to see us on the real stairs, those of the Art Museum in Philadelphia. He tells me that JOE is waiting for me, he iwants and he is happy to see me again.

I take the first train, and I glance through the window, Atlantic-City-Philadelphia and the giant writing painted on the red brick wall, FRAZIER GYM, I’ can’t wait…

I get excited when I see Joe “smokin” Frazier and Leslie, they picked me up at the Philadelphia station, we go to JOEs house for a hot coffee and then to the Art Museum,

“You know I wasn’t a rude guy, I was a nice guy, but if he provoked me,

then he walked away … hahaha and if he continued he was in trouble. Ok ?!

ME: Of course you weren’t afraid of him ….

FRAZIER:

He repeated the exact same thing to me.

And he would jump on me every time I saw him.

He told me I sucked.

MY EYES ARE SHARPENING.

Yeah… everyone knew… I wasn’t capable of fighting.

One thing worse than the other.

No, it wasn’t necessary to talk to me like that.

ME: In fact, Ali’s theatrical gestures had a sinister meaning.

ALI yells at him:

He is soft, low, and stinks …. he is slow!

FRAZIER relaxed:

-Is everything okay there?

It’s evident Ali believes that Frazier is inferior, not only as a boxer, but as a human being.

FRAZIER tells me a lot:

He was me, that guy who helped him

to regain the license to fight. (suspended for Ali’s desertion to fgo to war in Vietnam)

He just forgot …

He forgot that I had the support of guys like Marciano, like …

I interrupt: Archie Moorer, Joe Louis …

FRAZIER

Joe Louis was already a Champion of the past.

ME: In fact, he was really the flag of African Americans, in the Second World War and he made that epic fight…

FRAZIER

but everyone else signed my request to the president.

I went to Washington to ask Mr. Nixon to return his license, to him, for him Muhammad Ali.

ME: And the President …?

FRAZIER:

the President asked me: “Wait Joe, wait a moment … But do you think you will fight him?”

FRAZIER

I replied: “I have him in my pocket!”

And so I got the license for him.

FRAZIER

In my own way I managed to get him back, the license to fight in the ring.

This just a small excerpt from the docu-film GARBELLI ON BOXING – TIMELESS BOXING TALE COME TO LIFE – ©copyrightgiannamariagarbelli

MY MARCH 8th vs Italian Minister of Culture

In normal times it would have been an extraordinary hurray, a gigantic milestone to be in the Official Competition at the Cannes 2020 Festival, the glamor par excellence of great cinema must be recognized at the French festival.

In a fine Nation, I should have undoubtedly been in competition at the Venice Film Festival, 2020. Already the day after Cannes was canceled, it was May 19th 2020, I try here in my home, Italy, hence the Venice Film Festival. After all, I had years ago, more than a good debut. But La Mostra-Moster is now at the service of Hollywood… even for causes, with completely invented plots, but with real names!

Malice, political retaliation, dementia, absence of sports culture. Well …

And so today March 8th, 2021, we would have really celebrated, the 50th anniversary of that fight, with so much history, and thus had a truly worldwide diffusion, of an event that has marked the history of all sporting culture, of culture. Period.

Certainly a prime time of 2 or 3 episodes for the home Italian audience. Instead of wishy-washy soap …

You see the men of the Great Boxing, of course I also mean women,… they know how to invent solutions that the Italian Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism is unable to imagine. Not to mention the presidency and direction of the Venice Film Festival.

Completly ignorant abyss of which they accept the Boeotian ignorance. They are there to carry out orders of a design that misleads, deforms any reality that really happened.

It’s not clear how I can continue to be hostage to this ignorance!

This shame has been going on since 2002!

Despite last September 29th, 2020, the Lazio TAR – Regional Tribunal Admistration- ruled in my favor.

All stopped at their comfortable time! Disgusting. A rebound response every 5 months!

Do you want to continue our war in Court? Minister of Culture vs Ministry of Justice?

In addition to the clumsy attempt to silence me as an author, you have imposed misery on me as a producer, entrepreneur.

And because of your abysmal cultural void that ignores the subject? And of other unbecoming practices as already reported in the won appeal.

MY MARCH 8th vs Italian Minister of Culture

Around the last middle of August, after well beyond the closed selection, they invite the film “A night in Miami” a bullshit that naturally the whole world of great boxing, and I mean including the American one, knows well that it is a made up farce. But instead it passes itself off as a true fact …. you have to force your hand to help Black Lives Matter … even if the latter with Muhammad Ali are not involved.

And so I, with a lot of docu-films with the real protagonists who have experienced those events, in my country, I can have a visibility, I can’t show my work, I can’t have my money.

18 years of stonewalling, and now I am waiting for the execution of the sentence in my favor, we are over 5 months away.

Shameful!

The pandemic does not concern me, this shame with MIBACT has been in their hands for years.
I will not allow you to take away more years of my life.

You’ve had years to find out who I am, what I do, where I come from. And what and how I produced and published.

You have four more of my docufilms with the same theme, of which you ignore everything.
You have quashed two of 2019

But there are the two orders of the TAR which we are awaiting the sentence shortly.

Mr. Borrelli has been chairing the commissions since 2016 with my projects carried out and or in the process of being defined.
And now the TAR has proved me right.

Minister Dario Franceschini has held the same position since 2014 …

I have never feared the sentence of the TAR, the judges are more astute and prepared than what you may have underestimated.

It’s all out in the open. Everybody knows.
You have read my site far and wide, and not since the audition, I have hundreds of thousands of readers.

I have not cancell anything and reconfirm every word I have written.

How much more time to check and liquidate IT FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI in its entirety?
From the sentence of last September 29th, 2020.

I would have said three days at the most. And another week to de-bureaucratize the concrete financing.
I asked you to hurry. Not just saying…
– You have the script from 2002
– You have the 2015 script
– You have the book with invitations since 2015
– You have all the broadcast and press material online up about The Bancarella Sport
– You have the Audio Book
– And now also the docu-film premiered at the EFM in Berlin last 01 -05 March 2021.

Like, as an American Major, the Cinema Department of the Italian Ministry of Culture has signed up to international markets, see the European Film Market in Berlin 01-05 March 2021…And with what knowing? And to relate to whom?

I have nothing to celebrate on this umpteenth March 8!

hear me…in Italian Original Language IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI http://bit.ly/2Y4zyZr