COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT **LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

🥊🥊🇮🇹

COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT

L’italiano SIGNANI VS lo spagnolo DIAZ, domani sera 5 novembre, Palazzetto dello Sport di Roma, match per Titolo Europeo dei Pesi Medi

E dopodomani, sabato 6 novembre all’MGM Grand di Las Vegas il messicano CANELO vs l’americano PLANT, match per i titoli WBC, WBA, WBO, IBF dei Pesi Super Medi.

C’è poco da evidenziare, il paragone tra le due coppie di contendenti è impossibile.

Ma citando il titolo di un film del grande amico regista, quale il messicano Alfonso Arau che usando la frase idiomatica, Come l’Acqua per il Cioccolato, rende l’idea di quanta passione, l’acqua deve appunto bollire per miscelarsi e farne deliziosa cioccolata bollente…

MATTEO il giaguaro SIGNANI 14 anni di pugilato dal 2007 ad oggi ha disputato 30 match di cui 11 via KO persi 5 uno per KO, 3 pareggi. Viene da Savignano sul Rubicone, in Romagna, classe 1979.

RUBEN DIAZ dal 2002 ad oggi 2021, ha disputato 26 match di cui 17 vinti per KO e 2 persi, uno per KO, e 2 pari. Spagnolo di Pamplona, nella Navarra. Classe 1980.

La nostra ENZA JACOPONI indiscussa Lady della grande boxe, Segretario generale dell’Ente Europeo, sarà lei come ormai da decenni, a cingere la vita del Campione Europeo,

Il nostro giaguaro SIGNANI infatti la mette in palio per la seconda volta, dovrebbe tenerla lì, bella ferma, saldamente in vita.

Boxare a mezza età, la differenza la fa chi resiste! Chi ha fiato…

COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT

Come d’accordo chiamo il giaguaro alle “A las Cinco de la Tarde” giusto per ricordargli che il suo avversario spagnolo è un pelo più giovane, di un anno…

La Spagna è sempre stata terra di gladiatori.

E l’arena, con il suo sacrificio e la sua crudele eleganza, ripete l’antica lotta fra l’ombra e la luce.

D Ti spero in luce. Come stai Matteo?

R Meglio di sempre 100%1000 positivo. No, non sottovaluto il mio avversario di domani sera, è un picchiatore. Sin da ragazzo sono entrato in palestra per incanalare la mia esuberanza, per sfogare il surplus, per non buttarlo via.

D Vuoi confermarti titolo Europeo a 42 anni!

R Mi sento meglio adeso che 20 anni fa! Perché adesso ho acquisito l’esperienza, il mio fisico non l’ho mai trascurato. É genetica, sono figlio di un camionista, dunque figlio della fatica e del sacrificio. Gente di montagna, gente dura. Gente tutta d’un pezzo!

D Con un anno in più sei il più vecchio tra voi due…

R Ho l’emozione di un bimbo, la consapevolezza di essere adulto, l’imprevedibilità di un giaguaro!

Io in te ci vedo anche la tradizione del vitellone di Romagna DOC…ahahah

D Chi ti segue in palestra?

R Rimini Ring Side, Gianmaria Morelli

Ormai un sodalizio sinonimo di successo.

D Ma tu hai creduto davvero, lo scorso ottobre 2020, che avresti per la prima volta confermato il titolo Europeo vs il francese Maxime Beaussire?

R Ci credevo dall’inizio non ho mai smesso di crederci

D Da dove ti è venuto il KO vs il francese?

R Da dentro! L’avevo studiato, ho vista la scena come quando inciampi e metti il piede in avanti per non cadere, ho visto l’istante per tirare il gancio sinistro, e così mi è partito in automatico!

D I tuoi migliori avversari in carriera?

R Ognuno di loro mi ha insegnato a correggere degli errori e migliorare quello che ero, e quello che sono.

D In Italia hai perso vs Simone Rotolo per TKO.

Hai perso per un’unghia di parte, vs Emanuele Blandamura via SD.

Hai superato Giovanni De Carolis ai Punti.

Chi hai temuto di più?

R Direi: Giovanni De Carolis, tosto!

D Chi ti ha fatto più male?

R Di certo: Simone Rotolo!

D Il più scaltro?

R Sicuramente Emanuele Blandamura, non lo riuscivo ad inquadrare.

D Andiamo un po’ nel mondo. Il match che avresti voluto e non si è materializzato

R Nessuno.

D Proviamo con i fantasy match. Signani vs Murata?

R Sarebbe formidabile!

D Signani vs Gennady GGG Golovkin ?

R uh! Straordinario!

D Signani vs Canelo?

R Eh la svolta della vita!

D La cintura che ambisci?

R IBF

D Non è la migliore, intendo il prestigio di chi la possiede non è di chi ha super poteri…

Non è meglio investire nel sogno di una WBC?

COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT

Beh insomma, al solito mi sbilancio, inutile che mi nasconda, ho più occhi che pancia…è che davvero mi piacerebbe che ci fosse un fuoriclasse, italiano, che zittisca tutto il frastuono che fanno il talento di GOLOVKIN, ma soprattutto di CANELO e la sua band, che con inarrestabile fracasso di dollaroni sbattono in faccia tutta la loro indiscussa superiorità!

Si sono un po’ gelosa! E anche un po’ frustrata di non avere materiale italiano di cui vantarmi. Posso però guardano al passato, alla Storia.

D Giaguaro, la tua determinazione da dove nasce?

R Credo nei valori e la parola data. Cerco di essere al meglio che posso.

D I tuoi campioni preferiti?

R Marvin Hagler, lo stile la classe, una bestia!

Manny Pacquiao straordinario!

Tyson Fury è il Numero Uno!

D Quanto guadagni in questa borsa?

R Non ne parliamo…

Beh, invece è l’occasione giusta per parlarne.

Perché dopodomani, sabato 6 novembre all’MGM Grand di Las Vegas il messicano CANELO vs l’americano PLANT, match valido per i titoli WBC, WBA, WBO, IBF, dei Super Medi.

No non si possono fare paragoni, CANELO è la star paragonabile solo ai grandi Messicani di tutti i tempi.

Il nostro giaguaro, sbocciato un po’ tardi, ma è il migliore di questa non proprio esaltante generazione italiana. Non intendo sminuirlo, ma senza strumenti e il 100% di dedizione solo alla professione, non sapremo mai se sarebbe potuto diventare una star del ring.

Infatti è impossibile un paragone con lo stellare GENNADY GGG GOLOVKIN o con SAUL “canelo” ALVAREZ. Ma anche con il migliore SERGIO MARTINEZ, o i vari MURATA.

Se PLANT perde nessuno sarò sorpreso!

Come vedo l’epilogo tra CANELO VS PLANT?

Russell Mora, è stato scelto come arbitro, lo stesso della notte tra FURY vs WILDER III, è uno che fa tirare il gozzo ai due protagonisti sul ring, speriamo uno dei due non si strozzi…

CANELO ha l’esperienza, la mascella ed ha superiore potenza, La sua unica debolezza è il gioco di gambe, ma ha stamina, e comunque verso metà del match bloccherà PLANT.

Il mio caffè per CANELO via KO!

Il migliore avversario per CANELO, uno del passato prossimo, sarebbe stato l’audace campione, tra i migliori di sempre in categoria, l’italo/britannico JOE CALZAGHE. Un martello pneumatico.

E sarebbe stata tutta un’altra storia, almeno a livello morale avere quel mezzo italiano, ci avrebbe dato una spinta d’orgoglio, almeno provare ad emularlo!

E perché non contare su un Super Medio quale è stato il nostro campione CRISTIAN SANAVIA?

Tutte e due all’apice dei loro giorni migliori, CALZAGHE e SANAVIA sarebbero stati carne viva per CANELO il messicano! Non ci sarebbe stata trippa per gatti…

Perché ho voluto mettere nello stesso articolo due match, di quattro campioni così diversi e così lontani nelle loro qualità.

Perché se la macchina messico/americana funziona perfettamente a livello di crescita continua di giovani che si espongono, che raggiungono vette, l’Italia è ai minimi storici di sempre, senza nessuna realtà di base dilettantistica, senza alcuna visione professionistica del domani.

Inutile crogiolarsi sul nulla.

COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT

Domani notte 5 novembre, sul ring del Palazzetto dello Sport di Roma, ci giochiamo l’ultimo fievole lumicino di speranza, di trattenere il titolo Europeo dei Pesi Medi con tutto l’orgoglio di MATTEO il giaguaro SIGNANI.

Consapevoli che a 42 anni chiudere la carriera con il titolo a brillare in vita non è da tutti…

Il mio pronostico? SIGNANI UD!

Torno in America, per dirvi del business del ring, PLANT, si è confermato tre volte titolo IBF dei Pesi Medi, guadagnerà 10 milioni nel match di sabato sera vs CANELO.

PLANT 29 anni, è professionista solo dal 2014, CANELO, 31 anni è professionista dal 2005. E insomma 16 anni in più basta quale misura per determinare che è già improbabile la vittoria di PLANT.

Certo nella boxe tutto può succedere!

Ma PLANT in un certo senso ha già vinto.

Credo che sarà un bel match, di tensione, non come certi, che saliti sul ring con CANELO gli consegnano la cintura, incassano l’assegno e non li vedi più.

PLANT si è dedicato per diventare PLANT ne sono certa, ma CANELO ha trovato solo un vero ostacolo in carriera, il grandissimo Kazako Gennady GGG Golovkin.

Uno come GGG si elimina solo fuori dal ring. Senza polemiche, la faccenda è chiarissima anche al grande pubblico.

CANELO salirà sul ring per portargli via quella cintura IBF, l’unica a lui mancante, che indossata da lui, fa salire le quotazioni della cintura tutta!

E CANELO si porterà a casa i suoi 40 milioni.

Dunque sul ring di sabato notte a Las Vegas balleranno 50 milioni dollari, solo all’entrata sul ring, poi ci sono i soldi degli sponsor e la parte spettante dei biglietti venduti nell’arena.

Non si può dire lo stesso, del match valido per il titolo Europeo dei Pesi Medi di domani sera, tra SIGNANI e DIAZ, orientativamente si tratterà di qualcosa vicino ad una cifra con al massimo 4 zeri, tutto compreso…

COME L’ACQUA PER IL CIOCCOLATO SIGNANI vs DIAZ e CANELO vs PLANT

Torno in Italia, se i due contendenti sul suolo romano di domani sera, SIGNANI vs DIAZ, non sono in nessun modo paragonabili alla star messicana, e nemmeno alla lista degli avversari che ha battuto.

Ma se i due, SIGNANI e DIAZ, in gran forma come promettono di essere, mi aspetto un match di mestiere, dove solo chi dei due ha il fiato più corto, soccombe.

Conoscendo la cura maniacale con cui SIGNANI si dedica per sé.

E quanto la carriera tra l’ufficio-il mare- e la palestra- tutto sia stato un compromesso pur di non cedere in nessun fronte, perché lasciare il mare per la boxe, in Italia per lui non ci sarebbe stata sopravvivenza,

Per la passione e il sogno sin qui raggiunto, vale tutto il mio caffè per MATTEO il giaguaro SIGNAN! E con un infinito applauso se come penso stravince ai punti, via UD!

Ma potrebbe stupirci se trova il colpo maestro che mette fine al dubbio come gli è successo con il francese.

E allora il nostro Capitano del Mare, anche concludendo in bellezza, potrà scrutare il futuro tra le onde, sognando una nuova avventura in terra ferma.

La prossima che ambisco per lui è solo e soltanto per una borsa sostanziosa, domani sera se raggiunge l’obiettivo potrà chiamare il nome di chi è il prossimo, così il ring, e il compenso.

A 42 anni si deve poter comandare anche fuori dal ring per ben incassare dall’ultima fatica e chiudere con la pancia più piena.

Non è impossibile imbastire un match vs il detentore della cintura WBC dei Pesi Medi l’americano Jermall Charlo.

Me lo vedo il nostro capitano MATTEO il giaguaro SIGNANI salpare l’oceano alla sua prima scoperta dell’America…É nella Storia che gli Italiani amano.

Vedremo se ha in sé, ancora la motivazione per affrontare anche chi è più abile di lui, perché nella sfida non importa sempre vincere, ma confrontarsi.

È una questione di contenuto. Di fame, intendo di ambizione.

Senza la quale “il giaguaro” non sarebbe mai arrivato a tenere vivo questo traguardo Europeo.

Domani sera Il giaguaro dovrà far ballare a un ritmo incandescente il cliente iberico, portandolo allo sfinimento.

Stare cautamente lontano, tenere la distanza dal martello pesante dello spagnolo.

E negli ultimi round deve saper attendere un’apertura intanto che incede nel lavoro al corpo di RUBEN DIAZ e con una fiondata inaspettata dovrebbe essere un attimo…il KO!

MATTEO il giaguaro SIGNANI via KO!

D Dopo il KO al francese hai tirato fuori il meglio del tuo accento francofono: Le jeux sont faits! Rien ne va plus!

R Ahahah

Domani sera speriamo che riesci a sganciare un KO allo spagnolo di Pamplona, RUBEN DIAZ, così che esperamos que será el preludio per una proxima pelea, rica de pepitas de oro!

Uè MATTEO SIGNANI me racumandi! Non sottovalutare il Patacca….!

Hasta la Victoria siempre!

POST SCRIPTUM aggiornamento del 5 novembre 2021

SIGNANI vince ai punti su tutti e tre i cartellini dei giudici,

e trattiene la cintura del Titolo Europeo dei Pesi Medi.

Una disputa che non ha dato nessun brivido.

Se SIGNANI non ha osato, DIAZ comunque ha subito poco…

Non capisco perché SIGNANI non ha chiuso il match prima del limite.

Conservare un titolo senza “giocare”, non rende migliore il titolare.

Serve energia, azione, e volontà di rischiare.

Insomma lo spettacolo del ring.

Forse è chiedere davvero troppo ai due ultraquarantenni.

Rinvio la lode sperando in una notte di boxe… al suono della prossima campana!

POST SCRIPTUM aggiornamento del 7 novembre 2021

CANELO blocca via KO all’11 round CABEL PLANT. Come previsto l’americano non ha avuto la potenza per contrastarlo ed è stato un assolo di spettacolare aggressione.

Russell Mora, l’arbitro all’11° ripresa, ha lasciato che il messicano mettesse in ginocchio, in KD per ben due volte l’americano, e poi CANELO con un gancio sinistro e un montante destro al corpo ha concluso il grande show!

Gli stessi colpi letali del grande filippino PACQUIAO e di mio padre GIANCARLO, tutti in comune hanno il coraggio di esporsi, di farsi avanti di dominare il ring, con la spavalderia di chi sa osare!

La folla ha ruggito ad ogni colpo del messicano.

CANELO ha colpito potente, ma non è più potente del chirurgico GGG! Ha certamente appreso, imparato l’impostazione, ma quella sfida rimarrà irrisolta.

Congratulazioni SAUL “Canelo” ALVAREZ!

E anche questo fine settimana ho bevuto troppi caffè, non solo perché li ho vinti, ma per stare sveglia…

ascoltami… qua in italiano il link del mio AudioLibro IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI http://bit.ly/2Y4zyZr

MATTEO il giaguaro SIGNANI

MATTEO il giaguaro SIGNANI, in Francia, si conferma titolo Europeo dei Pesi Medi lo scorso 10 10 2020 vs il francese MAXIME BEAUSSIRE

Sono con la Lady Numero Uno della Boxe di tutto il mondo ENZA JACOPONI **I’m with Numer Uno Lady of worldwide Boxing ENZA JACOPONI

today on scale MATTEO SIGNANI 72,250 kg = 159, 84 RUBEN DIAZ: 72,500 kg = 159,835

Qua sono a New York, con il regista messicano autore del capolavoro “Come l’Acqua per il Cioccolato”. ** Here I’m in New York, with the Mexican director, author of that masterpiece, “Like Water for Chocolate”

Adoro questa foto così italiana, la Vespa, e il nostro MATTEO il Giaguaro SIGNANI in divisa, orgoglio della Guardia Costiera Italiana di Rimini. **I love this very Italian photo, the Vespa, and our MATTEO the Jaguar SIGNANI in uniform, pride of the Italian Coast Guard of Rimini.

🥊🥊

LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

The Italian SIGNANI VS the Spanish DIAZ, tomorrow evening Friday, November 5th, at Palazzetto dello Sport in Rome valid for the European Middleweight Title

And the day after tomorrow, Saturday, November 6th, at the MGM Grand in Las Vegas, the Mexican CANELO vs the American PLANT, fight for WBC, WBA, WBO, IBF Super Middle Weight titles.

There is little to highlight, the comparison between the two pairs of contenders is impossible.

But quoting the title of a movie by the great director and my friend, such as the Mexican Alfonso Arau, that using the idiomatic phrase Like Water for Chocolate, gives an idea of ​​how much passion the water has to boil to mix and make delicious hot chocolate …

MATTEO the jaguar SIGNANI 14 years of boxing from 2007 to today he has fought 30 fights of which 11 via KO lost 5 one by KO, 3 draws. He comes from Savignano sul Rubicone, in Romagna, Italy, born in 1979.

RUBEN DIAZ from 2002 to today 2021, has fought 26 fights of which 17 won by KO and 2 lost, one by KO, and 2 draws. Spanish from Pamplona, ​​Navarre. Born in 1980.

Our ENZA JACOPONI undisputed Lady of the Great Boxing, Secretary-General of the European Sanctioning Body, will be the one who will encircle the waist of the European Champion, as for decades now.

In fact, our jaguar SIGNANI is putting it up for grabs for the second time, he should keep it there, pretty still, firmly.

The difference in Boxing at middle age is who really can resist. Who has more breath…

LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

As agreed, I call the jaguar at “A las Cinco de la Tarde” just to remind him that his Spanish opponent is a little younger, a year …

Spain has always been a land of gladiators. I remember very good Super Welter, JAVIER CASTLLEJO.

And the arena, with its sacrifice and its cruel elegance, repeats the ancient struggle between shadow and light.

Q I hope you are in the light. How are you, Matteo?

A Best of always 100% 1000 positive No, I don’t underestimate my opponent of tomorrow night, he is a thug. Since I was a boy I went to the gym to channel my exuberance, to vent the surplus, not to throw it away.

Q Do you want to confirm your European title at 42!

A I feel better now than 20 years ago! Because now I have acquired the experience, I have never neglected my body. It is genetic, I am the son of a truck driver, therefore the son of fatigue and sacrifice. Mountain people, tough people. People all in one piece!

Q With one year more you are the older of you two …

A I have the emotion of a child, the awareness of being an adult, the unpredictability of a jaguar!

I also see in you the tradition of the Romagna DOC vitellone… hahaha (sorry some words cannot be translated…)

Q Who follows you to the gym?

A Rimini Ring Side, Gianmaria Morelli

A partnership that is synonymous with success.

Q But did you really believe, last October 2020 that you would have confirmed the European title for the first time against the Frenchman Maxime Beaussire?

A I believed it from the beginning, I never stopped believing it.

Q Where did the KO vs the French come from?

A From inside! I had studied it, I saw the scene like when you stumble and put your foot forward so as not to fall, I saw the moment to pull the left hook, and so I landed automatically!

Q Your best career opponents?

A Each of them taught me to correct mistakes and improve who I was, and who I am.

Q In Italy you lost to Simone Rotolo by TKO.

Argumental you lost vs Emanuele Blandamura via SD.

And won Giovanni De Carolis on points.

Who did you fear the most?

A I would say, Giovanni De Carolis.

Q Who hurt you the most?

R Of course: Simone Rotolo!

Q The smartest?

A Certainly Emanuele Blandamura, I couldn’t frame him.

Q Let’s go into the world. The fight you wanted and it didn’t materialize

A None.

Q Let’s try fantasy fights. Signani vs Murata?

A It would be terrific!

Q Signani vs Gennady GGG Golovkin?

A uh! Extraordinary!

Q Signani vs Canelo?

A Eh, the turning point of life!

Q The belt you crave?

A IBF

Q It’s not the best, I mean the prestige of those who have it is not of those who have superpowers …Isn’t it better to invest in the dream of a WBC?

LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

Well in short, as usual, me in writing, I lose my balance, it’s useless to hide it, I have more eyes than a belly … it’s that I would really like there to be an Italian champion, who will silence all the noise that makes the talent of GOLOVKIN, but above all of CANELO and his band, which with an unstoppable crash of big bucks slam all their undisputed superiority in the face!

Yes, I am jealous! And also a bit frustrated at not having Italian material to brag about. I can only look to the past, to history. Which is so great that is embarrassing to confront in our days.

Q Jaguar, where does your determination come from?

A I believe in values ​​and my word. I try to be the best I can be.

Q Your favorite champions?

A Marvin Hagler, style, class, a beast!

Extraordinary Manny Pacquiao!

Tyson Fury is Number One!

Q How much do you make on this purse?

A Let’s not talking about it …

Well, instead it’s the right occasion to speak one.

Because the day after tomorrow, Saturday, November 6th at the MGM Grand in Las Vegas, the Mexican CANELO vs the American PLANT, a fight valid for the WBC, WBA, WBO, IBF, Super Middle Titles.

No comparisons cannot be made, CANELO is the star comparable to the great Mexicans of all time.

Our Jaguar, certainly blossomed a little late, but he is the best of this not exactly exciting Italian generation. I don’t mean to belittle him, but without tools and 100% dedication to the profession alone, we will never know if he could have become a star of the ring.

In fact, a comparison with the stellar GENNADY GGG GOLOVKIN or with SAUL “Canelo” ALVAREZ is impossible. But also with the best SERGIO MARTINEZ or the various MURATA.

If PLANT loses nobody it will be surprised!

How do I see the epilogue between CANELO VS PLANT?

Russell Mora, was chosen as a referee, the same as the night between FURY vs WILDER III, he is one who makes the two protagonists pull the goiter in the ring, let’s hope one of the two does not choke …

CANELO has the experience, the jaw and he has superior power, his only weakness is the footwork, but he has stamina, and in any case, towards the middle of the fight he will stop PLANT.

My coffee for CANELO via KO!

The best opponent for CANELO, one of the near past would have been the daring champion, among the best ever in the division, the Italian / British JOE CALZAGHE. A jackhammer.

And it would have been a whole other story at least on a moral level to have that Italian superb war machine, it would have given us a boost of pride, at least try to emulate it!

And why not count on the same division of the Super Middle like our champion CRISTIAN SANAVIA?

Both at their best days, CALZAGHE and SANAVIA would have been living flesh for CANELO the Mexican! There would have been no tripe for cats …(I tried to translate another way to say in Italian, I’m sure it doesn’t make sense for you, but it’s funny. Haha)

Why am I writing introducing the two fights in the same article, of four champions so different and so distant in their qualities?

Because if the Mexican / American machine works perfectly at the level of continuous growth of young people, who expose themselves, who reach peaks, Italy is at an all-time so low, without any basic amateur reality, without any professional vision of tomorrow.

It’s useless to bask in nothing.

LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

Tomorrow night November 5th, in the ring of the Palazzetto dello Sport in Rome, we will play the last faint glimmer of hope, to retain the European Middleweight title with all the pride of MATTEO the jaguar SIGNANI.

Aware that at 42 years of age, ending your career with the title isn’t for everyone to shine in life …

My prediction? SIGNANI via UD!

I’m going back to America, to tell you about the ring business, PLANT, confirmed three times IBF Middleweight title, will earn 10 million in Saturday night fighting vs CANELO.

PLANT, 29 years old, has been a professional only since 2014, CANELO, 31years old, a pro since 2005. And in short, 16 more years is enough as a measure to determine that PLANT’s victory is already unlikely.

Of course, anything can happen in boxing!

But PLANT in a sense has already won.

I think it will be a good fight, of tension, not as certain, when you get into the ring with CANELO they give him the belt, cash the check and you don’t see them anymore.

PLANT has dedicated himself to becoming PLANT I’m sure, but CANELO has found only one real obstacle in his career, the great Kazakh Gennady GGG Golovkin.

Someone like GGG is only eliminated outside the ring. Without wanting to discuss it, the matter is also very clear to the around the world audience.

CANELO will enter the ring to take away that IBF belt, the only one missing, which, worn by him, raises the prestige of the whole belt!

And CANELO will take home his 40 million.

So in the ring on Saturday night in Las Vegas, it will dance $ 50 million, just upon entering the ring, then there is the money of the sponsors and the part due from the tickets sold in the arena.

The same cannot be said of tomorrow night’s fight valid for the European Middleweight title, between SIGNANI and DIAZ, it will be roughly something close to a figure with a maximum of 4 zeros. All included…

LIKE WATER FOR CHOCOLATE SIGNANI vs DIAZ and CANELO vs PLANT

Let me come back to Italy, if the two contenders on Roman soil tomorrow night, SIGNANI vs DIAZ, are in no way comparable to the Mexican star, nor to the list of opponents, he has beaten.

But if the two, tomorrow night SIGNANI and DIAZ, are in great shape as they promise to be, I expect a professional fight, where only the one of the two who is short of breath succumbs.

Knowing the maniacal care with which SIGNANI dedicates himself to himself.

And how much the career between the office – the sea – and the gym – everything was a compromise in order not to give in on any front, because leaving the sea for boxing, in Italy there would have been no survival,

For the passion and the dream achieved so far, all my coffee is worth for MATTEO the jaguar SIGNAN!

And with endless applause if, as I think, he wins points, via UD!

But if he could find the masterstroke that puts an end to the doubt as happened to him when upsetting the Frenchman in his last bout.

And then our Sea’s Captain, even finishing in a beauty victory, will be able to scrutinize the future among the waves, dreaming of a new adventure on land.

The next one I aspire to for him, is only for a substantial purse, tomorrow evening if he reaches the goal, he will be able to call the name of who is next, as well as the ring and the fee.

At 42, you must be able to command even outside the ring to cash in on the last effort and close with a fuller belly.

It’s not impossible to strike up a fight against the holder of the Middleweight WBC belt, the American Jermall Charlo.

I can see our Sea Captain MATTEO the jaguar SIGNANI sailing the ocean on his first discovery of America …is in History, Italians usually love it!

We will see if he still has the motivation to face even those who are more skilled than him because in the challenge it’s not always important to win but to measure each other.

It’s a question of content. Of hunger, I mean of ambition.

Without which “the jaguar” would never have managed to keep this European goal alive.

Tomorrow evening the jaguar” will have to make the Iberian client dance to an incandescent rhythm, bringing him to exhaustion.

Stay cautiously away, keep your distance from the Spaniard’s heavy hammer.

And in the last rounds, he has to be able to wait for an opening while he progresses in the work on the body of RUBEN DIAZ, and with an unexpected sling, it should be a moment … the KO!

MATTEO the jaguar SIGNANI via KO!

Q After you KO to the Frenchman, you brought out the best of your French-speaking accent: Le jeux sont faits! Rien ne va plus!

A hahaha

Tomorrow night you manage to knock out the Spaniard from Pamplona, ​​RUBEN DIAZ, so esperamos que será el prelude to a proxima pelea, rica de pepitas de oro!

Uè MATTEO SIGNANI me racumandi! Don’t underestimate the Patacca….! (another funny word I can’t translate in English…lol)

Hasta la Victoria siempre!

POST SCRIPTUM UPDATE November 5th, 2021

SIGNANI wins on points on all three judges’ cards,
and holds the European Middleweight Title Belt.
A dispute that didn’t give any thrills.
If SIGNANI didn’t dare, DIAZ nevertheless suffered little …
I don’t understand why SIGNANI didn’t close the fight before the limit.
Keeping a title without “playing” does not make the owner better.
It takes energy, action, and a willingness to take risks.
In short, the show of the ring.
Maybe that’s too much to ask of the two over forties.
I postpone the praise hoping for a night of boxing… to the sound of the next bell!

POST SCRIPTUM UPDATE November 7th, 2021

CANELO blocks CABEL PLANT via KO at the 11th round. As expected, the American didn’t have enough power and it was a spectacularly aggressive solo.

Russell Mora, the referee on the 11th round, let the Mexican bring the American to his knees, in KD twice, and then CANELO with a left hook and a right uppercut to the body ended the great show!

The same lethal blows of the great Filipino PACQUIAO and my father GIANCARLO, all in common have the courage to expose themselves, to come forward to dominate the ring, with the bravado of someone who knows how to dare!

The crowd roared with every shot of the Mexican.

CANELO has a powerful hit, but it is no more powerful than the surgical GGG! He has certainly learned, learned the approach, but that challenge will remain unresolved.

Congratulations to SAUL”Canelo”ALVAREZ!

And also this weekend I drank too many coffees, not only because I won them, but to stay awake …

hear me… in Italian original language my AudioBook IL FIGHTER D’ITALIA GIANCARLO GARBELLI http://bit.ly/2Y4zyZr